Come Accendere un Fuoco con una Pila

Capita spesso di dover accendere un fuoco, in campagna, e non trovare l’accendino. Con astuzia puoi approntare un piccolo fuoco, utile per cucinare, per preparare la brace o altro. L’importante è avere qualche attrezzo giusto, di facile reperibilità.

Prendi la pila torciona da 1,5 Volt. Essa è veramente molto potente, riesce infatti a produrre una corrente di 8-9 Ampere. Non è comunque pericolosa, per via della bassa tensione. E’ usata infatti nei giocattoli ed è completamente innocua. In Alternativa può essere anche usata la batteria di una macchina, anche se più pericolosa. Occorre fare quindi molta attenzione.

A questo punto prendi due spezzoni di filo di rame (circa 10 cm) e li colleghi ai due poli della pila. I due fili non si devono toccare tra loro. Per fissare i fili puoi usare un po’ di nastro adesivo. Devi quindi ottenere una pila, con un filo collegato al polo positivo ed un filo collegato al polo negativo.

Prendi adesso due pezzi di mina di matite. Per intenderci la punta di grafite. Sono sufficienti due pezzetti di circa 1-2 centimetri. Essi devono essere collegati rispettivamente ai capi dei due spezzoni di filo di rame, precedentemente utilizzato.Dal momento che la mina è cilindrica, puoi attorcigliare il filo di rame su di essa, per assicurare una buona presa.

Bene, è arrivato il tempo di collaudare il tutto. Avvicina la tua opera a un po’ di paglia e, muovendo velocemente le due mine, cerca di fare avvenire il contatto elettrico. Non devi collegare le mine in modo permanente, ma devi eseguire un movimenti di “stacca e attacca”, in modo da sprigionare una scintilla. Con un po’ di fortuna si può incendiare la paglia in pochi secondi.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *