Come Cucinare nel Camino

Oltre ad essere piacevole dal punto di vista estetico, il camino è utile per scaldare un’ambiente troppo freddo, quando il riscaldamento tradizionale è scarso o addirittura inesistente. E già che il fuoco è acceso perchè non approfittarne per cuocere qualcosa?

Risulta essere indispensabile che il tiraggio sia perfetto, per evitare che odori e fumo si spandano per tutta la casa, e che l’interno del camino sia bel illuminato per poter controllare agevolmente la cottura. Per cuocere è necessario predisporre uno strato di brace abbastanza consistente da permettere di completare la cottura senza interruzioni.

Se non hai molta fretta puoi avviare il fuoco come al solito modo e aggiungi un bel ceppo, lasciandolo bruciare lentamente: dopo qualche ora riduci il ceppo ormai carbonizzato in piccoli pezzi, usando l’attizzatoio. Aspetta prima di iniziare a cucinare fino a che la brace è coperta da un velo di cenere.

Se ti sembra che il letto di brace non sia sufficiente, unisci della carbonella dolce (si trova già confezionata in comodi pacchi anche al supermercato), aspettando che “prenda” e che sia coperta da un velo di cenere. Se invece hai fretta, dopo aver avviato il fuoco unisci un’abbondante strato di carbonella e aspetta che la brace sia pronta.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *