Come Fare Cambio del Guardaroba

C’è chi aspetta il grande freddo, chi si tiene libero un weekend intero all’anno, chi segna l’appuntamento in agenda come fosse un’importante ricorrenza, mentre qualcuno non lo fa mai del tutto. Naturalmente sto parlando del cambio di stagione che, più o meno puntuale, arriva ogni anno per tutti e se non vogliamo ritrovarci a dover cercare la nostra sciarpa preferita tra costumi e cappelli di lana, possiamo organizzarci per tempo.

Sono diversi i consigli da seguire per arrivare alla nuova stagione con un armadio da far impallidire una lussuosa boutique: da come razionalizzare gli spazi a come riporre e conservare i capi, passando per quali indumenti e accessori sono da tenere sempre a portata di mano oltre ai capi più alla moda. Innanzitutto svuota il guardaroba in modo da poter dare una pulita ai cassetti e avere tutto a portata di mano per un attento esame.

Questa è l’occasione per mettere da parte gli indumenti rovinati, quelli che teniamo lì da anni, ma non mettiamo mai, quelli che, buoni propositi inclusi, non si addicono più alla nostra età e taglia. A questa parte del guardaroba penserai poi, dopo aver affrontato il cambio stagione, potrai organizzare uno swap party con le amiche per donare la rimanenza a chi ne ha bisogno.

A questo punto bada che gli indumenti selezionati siano puliti e inodore, controlla che le tasche siano vuote e, già che ci sei, verifica lo stato di bottoni, fodere e tessuti in genere. Così potrai indossarli alla prossima stagione senza sorprese dell’ultimo minuto. Anche le scarpe necessitano di una piccola manutenzione: fai sistemare tacchi e suole se necessario; con un panno rimuovi polvere e sporcizia e riponile nelle apposite scatole avendole prima imbottite di fogli di giornale per mantenerle in forma.

Giacche, gonne e pantaloni possono essere spazzolati e riposti in appositi sacchi di nylon reperibili nei negozi di casalinghi. Per chi avesse problemi di spazio, sono in vendita anche sacchetti sottovuoto che tramite un apposito sistema di sfiato dell’aria riducono il volume del 50%. Anche in fatto di antitarme ci sono delle novità: rispetto alla canfora e alla naftalina si possono utilizzare tavolette di legno di cedro o sacchetti contenenti lavanda e alloro. In commercio si trovano anche bustine aromatizzate per un armadio a prova di serra.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *